news rio 2016

Dall’atletica l’ultimo oro e due bronzi

Atletica 400m m T51: bronzo in 1'22"38, primato personale a cinquant'anni, per lo straordinario Alvise De Vidi, quindici medaglie in sette edizioni dei Giochi Paralimpici, atletla eclettico che spazia dal nuoto all’atletica, dai 100m alla maratona, al ruolo di capitano della nazionale di rugby.
Atletica 100m f T42: già nelle frazioni si era visto che era la superfavorita e infatti Martina Caironi conquista la medaglia d’oro  con 14"97 nella gara di cui detiene il record del mondo di 14"61, realizzato ai Mondiali di Doha del 2015; conferma così l’oro di Londra e raddoppia qui a Rio dove ha ottenuto l’argento nel salto in lungo.
Atletica 100m f T42: Monica Contrafatto, che ha raccontato di essere stata ispirata proprio da Martina Caironi seguendo i Giochi di Londra, realizza il sogno di vincere nella stessa gara la medaglia di bronzo con il tempo di 15"30.
 
de vidi para caironi contrafatto

argento e bronzo dalle due discipline che dominano il medagliere italiano

Nuoto 50m f stile libero S4: medaglia d’argento ad Arjola Trimi, che in pochi anni ha collezionato tante medaglie e tanti record nei 50, nei 100 e nei 200 sl.
Ciclismo su strada individuale C4-5: arriva la rivincita sul podio di Londra sfiorato per Andrea Tarlao, che si aggiudica la medaglia di bronzo grazie anche ad un finale di gara inatteso. I due favoriti, l’ucraino Yehor Dementyev e l’australiano Alistair Donohoe, già in vista dell’arrivo si toccano e cadono: il primo rimane a terra, il secondo taglia il traguardo ma senza bicicletta; i giudici dopo quasi un’ora di valutazione premiano il terzetto di inseguitori.
 
trimi para tarlao para

La gara purtroppo è stata funestata da un gravissimo incidente in cui ha perso la vita l’atleta iraniano Bahman Golbarnezhad, che alla prima discesa del primo giro è caduto battendo violentemente la testa.

ciclismo e scherma: due fantastiche squadre

Ciclismo su strada squadra m  H2-5: Vittorio Podestà, Luca Mazzone e Alex Zanardi, senza incertezze stravincono la gara e aggiungono ciascuno al proprio bottino questa medaglia d’oro.
Scherma fioretto squadra f: Loredana Trigilia, Andreaa Mogos e Beatrice “Bebe” Vio combattono e conquistano la loro medaglia di bronzo.
 
ciclismo staffetta rio fioretto squadra rio

dal ciclismo un oro e un bronzo, dal nuoto Morlacchi poker, Bettella bis

Ciclismo su strada individuale m H3: Paolo Cecchetto, medaglia d'oro, coronamento di tanti titoli italiani ed europei.
Ciclismo su strada individuale m H2-5: Fabio Anobile, giovanissimo ma già con tanti successi al suo attivo, conquista la medaglia di bronzo alla sua prima partecipazione.
Nuoto 100m farfalla S9: non si ferma la fame di medaglie di Federico Morlacchi, ancora argento.
Nuoto 50m dorso m S1: raddoppia anche Francesco Bettella con una medaglia d'argento.
 
cecchetto 2bettella-morlacchi paraanobile rio

Raddoppio per Mazzone, Zanardi e Porcellato

Ciclismo su stra individuale m H2: Luca Mazzone, dopo l'oro nella cronometro, agguanta una medaglia d'argento.
Ciclismo su strada individuale m H5: analoga vicenda per Alex Zanardi, dopo l'oro una medaglia d'argento.
Ciclismo su strada individuale f H1-2-3-4: un'altra medaglia di bronzo per Francesca Porcellato, in questa gara forse svantaggiata dall'accorpamento di troppe categorie.

Un'altra giornata ricca di medaglie

Atletica lancio del peso f F11/12: Assunta Legnante insuperabile e invincibile ancora medaglia d’oro.
Scherma fioretto f cat.B: alla prima tanto attesa partecipazione ai Giochi Beatrice Vio conquista la medaglia d’oro.
Nuoto 100m rana m SBS: terza medaglia per Federico Morlacchi, stavolta d'argento.
Nuoto 50m rana m SB3: per Efrem Morelli, alla terza Paralimpide e dopo aver pensato al ritiro arriva la medaglia di bronzo.
Tiro con l’arco compound open m: a otto anni dall’argento di Pechino, Alberto L. Simonelli è di nuovo medaglia d’argento.
 
legnante 1 riobebe vio
morelli riosimonelli rio

pioggia di medaglie dal ciclismo

Ciclismo su strada cronometro m H5: il grande Alex Zanardi, dopo i due ori  a Londra nel 2012, conquista la sua terza medaglia d’oro.
Ciclismo su strada cronometro m H3: Vittorio Podestà, campione ai Mondiali in tre competizioni, non delude le attese e vince la sua prima medaglia d’oro paralimpica
Ciclismo su strada cronometro m H2: la storia paralimpica di Luca Mazzone inizia con due argenti a Sydney nel nuoto, sport in cui colleziona medaglie anche nazionali e internazionali, si arena per la delusione di Atene e Pechino e risorge con l'handbike, dove vince uno straordinario numero di titoli fino alla medaglia d'oro odierna.
Ciclismo su strada cronometro m C1: dal motocross, al cross country al triathlon, per Giancarlo Masini la medaglia di bronzo arriva con la time trial paralimpica.
Ciclismo su strada cronometro f H3: da Seoul a Rio, sembra non finire mai la carriera spettacolare di Francesca Porcellato, 10 medaglie paralimpiche nell’atletica (2 ori, 3 argenti e 5 bronzi), un oro nello sci di fondo e oggi il bronzo in in nuovo sport.
  
porcellato rio para   zanardi rio 
podest paramasini2 paramazzone2 para

Il secondo oro dal nuoto

13 settembre
Nuoto 400 stile libero m S6: superfavorito, campione del mondo nel  2015 e d’Europa nel 2016, Francesco Bocciardo vince la medaglia d’oro in 5’02”15.
 

bocciardo para

argento nel disco

12 settembre
Atletica lancio del disco m  F11: Oney Tapia, che ha gareggiato già nel getto del peso piazzandosi all’ottavo posto,  conquista nel disco la medaglia d’argento con un lancio di 40.89 m.

tapia rio 2 para

Primo oro italiano dalle Paralimpiadi di Rio insieme a un argento e tre bronzi

11 settembre
Nuoto 200 metri misti S9: Federico Morlacchi, dopo l’argento nei 400 stile libero S6,  è oro  con il tempo di 2’16’’72, nuovo record italiano
Nuoto 100 rana f SB4: Giulia Ghiretti non si accontenta del bronzo nei 50 farfalla e si aggiudica anche l’argento e il record italiano in 1'50"58.
Tiro con l'arco team mixed: la collaudata coppia formata da Roberto Airoldi ed Elisabetta Mijno vince la medaglia di bronzo.
Tennistavolo a squadre recurve open classe  9: anche per l’italo-tunisino Amine Mohamed Kalem arriva il bronzo.
Tennistavolo classe 1-2Giada Rossi, la cui partecipazione era prevista per Tokio, vince una inattesa e quindi ancor più speciale medaglia di bronzo.
 
morlacchi oro

Pacchetto sei medaglie italiane

10 settembre
Triathlon  PT2 m: Michele Ferrarin, già campione del mondo, conquista la medaglia d’argento.
Triathlon PT1 m: Giovanni Achenza, escluso dai Giochi di Londra per un errore formale, si prende la sua rivincita con la medaglia di bronzo.
Atletica Salto in lungo f T42: la nostra portabandiera Martina Caironi non tradisce le attese di una medaglia e conquista l’argento con 4.66.
Nuoto 400m F stile libero S11: si migliora rispetto al bronzo di quattro anni fa Cecilia Camellini che ottiene la medaglia d’argento con il tempo di 5’16″36, proprio a ridosso del 5’15″08 dell’olandese Liesette Bruinsma vincitrice dell’oro.
Nuoto 50m f farfalla S5: medaglia di  bronzo con 45"74 per l’esordio di Giulia Ghiretti.
Nuoto: 50m  m dorso S3: anche per  Vincenzo Boni, dopo il successo dei Mondiali del 2015, arriva la medaglia di bronzo con 46"67
 
 
caironi para rioboni para rioghiretti riocamellini paraferrarin achenza rio

prime medaglie paralimpiche italiane

9 settembre
Nuoto 100 dorso S1Francesco Bettella  medaglia d’argento con il tempo di 2'27″06, alle spalle dell'ucraino Boiko (2'08″01).
Nuoto 400 stile libero S9: Federico Morlacchi medaglia d’argento in 4’17”9; oro all’australiano Brenden Hall (4’12”73).
 
bettella para morlacchi para

Primo oro e primo record

8 settembre
La prima medaglia d'oro dei Giochi di Rio va all'atletica: il keniano Samwel Kimani, vince i 5000 metri categoria T11 in 15’16”11.
Il primo record del mondo è del cinese Zheng Tao, che ha vinto la medaglia d'oro nei 100 metri dorso categoria S6 con 1’10”84. Anche ai Giochi di Londra del 2012 ha conquistato l’oro e realizzato il record del mondo nella stessa specialità.
 
kimani para zheng tao para

Cerimonia d'apertura XV Paralimpiade

7 settembre 2016
Il nuotatore brasiliano Clodoaldo Silva, vincitore di 13 medaglie paralimpiche, qui alla sua quinta
partecipazione, accende la torcia a Rio de Janeiro.

accensione torcia para rio

Al via i Giochi Paralimpici

Il Comitato Paralimpico Internazionale ha usato sulla sua pagina Facebook la foto di Alex Zanardi dopo che ha vinto la medaglia d’oro oro ai Giochi Paralimpici di Londra 2012. Zanardi è diventato così una sorta testimonial per rilanciare i Giochi di Rio 2016, dopo le brutte notizie delle ultime settimane.
 
zanardi icona
 
Nella conferenza stampa dello scorso 19 agosto  l’ IPC ha fugato i timori legati alle difficoltà economiche comunicando che le Paralimpiadi avranno regolarmente luogo dal 7 al 18 settembre prossimi. Queste le parole del presidente, Sir Philip Craven: "Sono profondamento convinto che i Giochi di Rio 2016 rappresenteranno i migliori Giochi di sempre, in termini di risultati. Lo dice l'altissimo livello tecnico raggiunto dai paralimpici negli ultimi due anni. Come sono sicuro che ancora una volta rappresenteremo un catalizzatore di cambiamenti sociali, in termini di percezione della disabilità e di inclusione". Si è poi soffermato sul ridimensionamento: "Purtroppo lo sforamento del budget iniziale ha causato la necessità di tagli della spesa per quanto riguarda la forza lavoro presente, il piano trasporti ridimensionato (non per gli atleti), i centri stampa ridotti nel numero, una riorganizzazione degli spazi interni alle venue". In particolare per la scherma in carrozzina che “sarà non più alla Youth Arena di Deodoro, cosa che consentirà lo smantellamento del Parco Olimpico di Deodoro, ma alla Carioca Arena 3 di Barra”.
Nelle scorse settimane si era diffuso il panico anche per la scarsa vendita di biglietti. Ma la mobilitazione degli ultimi giorni, soprattutto nei confronti del pubblico brasiliano, ha portato a un’impennata nella domanda, con il tutto esaurito per alcune gare delle discipline più amate, come nuoto, atletica, basket e pallavolo, almeno per il fine settimana. Si è lontani dalle previsioni e dal successo di Londra 2012, ma si è scongiurato il flop. 

 

La Russia non parteciperà alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro.

Il 7 agosto scorso l’IPC,  con la coerenza mancata al Comitato Olimpico Internazionale, ha ufficializzato l’esclusione di tutti gli atleti russi. Ha assunto in pieno le conclusioni del rapporto McLaren sul doping di Stato, in cui si parla di 35 casi positivi in discipline paralimpiche insabbiati in un arco temporale di 4 anni.
Il 23 agosto Il Tas, il Tribunale arbitrale sportivo di Losanna, ha respinto il ricorso della Russia contro l’IPC. La decisione è quindi definitiva e ha portato alla redistribuzione dei 267 posti assegnati ai russi (4 posti sono toccati all’Italia).
Le reazioni di Mosca sono sempre le stesse. Così ha commentato il presidente Medvedev: “Continuano gli attacchi contro lo sport russo. Escluderci dalle Paralimpiadi è una decisione doppiamente cinica, perché stiamo parlando di persone che ogni giorno provano a superare se stesse. È un colpo per tutte le persone disabili. C’è chiaramente il desiderio da parte del Comitato Paralimpico Internazionale di eliminare i più forti. Un brutto cocktail, in cui l’80% è composto da questioni politiche e solo il 20% dal doping vero e proprio”. 

Da rio a tokio

Probabilmente l'edizione brasiliana sarà ricordata per la controversa miscela di fascino degli scenari e falle nell’organizzazione. L’eredità sociale ed economica nell’immediato è piena di ombre (rinviamo all’articolo di Luiz Eduardo Soares, After the party: Rio wakes up to an Olympic hangover, “The Guardian”, 21 agosto 2016, pubblicato con il titolo Il brusco risveglio di Rio de Janeiro su “Internazionale” n.1168, 26 agosto/1 settembre 2016).

da rio a tokio

La samba e l’apparizione del primo ministro giapponese Shinzo Abe nelle vesti di Supermario. Questo il passaggio di consegne da Rio de Janeiro a Tokio, sede nel 2020 del prossimo appuntamento olimpico.

Il VIDEO spot forse rappresenta già la differenza culturale, ma sono più significative le novità di carattere sportivo.
Il CIO, nella 129ª sessione che si è tenuta il 3 agosto 2016 a Rio de Janeiro, ha decretato l’inserimento di cinque nuovi sport per l'edizione dei Giochi Olimpici di Tokyo del 2020: baseball/softball, karate, skate, surf, arrampicata sportiva. L’intento dichiarato è di avvicinare i Giochi ai giovani e di rispecchiare il processo di urbanizzazione dello sport. Le discipline scelte rappresentano l’evoluzione del programma olimpico con l’attualità, insieme al rispetto della tradizione, visto che si tratta solo di un rientro per il baseball e il softball, presenti in dodici edizioni tra il 1912 e il 2008. I nuovi sport sono molto popolari in Giappone e quindi costituiscono un’ulteriore specificità dei Giochi di Tokio. Si aggiungeranno così al programma olimpico 18 competizioni e 474 atleti.

ultime due medaglie per l'italia che chiude a 28

21 agosto
Lotta libera 65kg: medaglia di bronzo per Frank Chamizo
Pallavolo maschile: medaglia d'argento per la squadra italiana
 
L'Italia chiude al nono posto del medagliere con 8 ori, 12 argenti, 8 bronzi
 
chamizo bandiera pallavolo argento
 
 

Beach volley: storico argento per l’italia

18 agosto
Beach volley: Paolo Nicolai e Daniele Lupo conquistano la medaglia d’argento nella finale con i Brasiiani, campioni della disciplina, nello scenario più ambito di Copacabana.
 
beach volley argento

Doppietta per la giamaicana Elaine Thompson: oro anche nei 200m

17 agosto.
Elaine Thompson, dopo il successo nei 100m, vince l'oro anche nei 200m con con il tempo di 21''78; argento all’olandese Dafne Schippers  con 21''88, bronzo con 22''15 per la statunitense Tori Bowie, già vincitrice dell’argento nei 100m, dove aveva superato la campionessa giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce. 
 
thompson e bowie