atletica velocità

Le gare sono i 100m, 200m, 400m, staffette 4x100m e 4x400m, corse a ostacoli 110m e 400m maschili, e 100m e 400m femminili   atenepechino piccolo       

Partenza dai blocchi

Un giudice preposto a tale scopo (lo starter) deve dare agli atleti i comandi per la partenza:
1) "ai vostri posti": gli atleti si sistemano con i piedi sui blocchi, un ginocchio a contatto con il terreno e le mani dietro la linea di partenza.
2) "pronti": gli atleti si alzano da terra, mantenendo i piedi sui blocchi e le mani dietro la linea di partenza.
3) il colpo di pistola che da il via agli atleti.

Penalità

Durante la gara gli atleti devono correre all'interno della propria corsia, pena la squalifica. Gli atleti non possono in alcun modo toccarsi od ostacolarsi uno con l'altro, pena la squalifica. Nella staffetta il passaggio del testimone avviene nella zona di cambio (20 m) pena la squalifica della squadra.
Nella corsa dei 100 metri visto che non ci sono curve da compiere gli atleti partono tutti sulla stessa linea.
Nelle corse di 200 e 400 metri, poiché si svolgono anche in curva, viene assegnato alle corsie più esterne il cosi detto "decalage", cioè la partenza più avanzata di alcuni metri rispetto le corsie più interne, in modo che ogni atleta possa percorrere una distanza uguale indipendentemente alla corsia in cui si trova.
 
Falsa partenza
 
Fino al 2002, un atleta che si rendeva colpevole di una falsa partenza riceveva un'ammonizione: alla seconda falsa partenza individuale lo sprinter veniva squalificato. Dal 1° gennaio 2003, invece, l'ammonizione diventava collettiva: la seconda falsa partenza, a prescindere da chi avesse effettuato la prima, valeva la squalifica. Questa regola molto criticata è nuovamente cambiata. Dal 1° gennaio 2010 la partenza anticipata vale la squalifica immediata.
 
atenepechino piccolo

Staffetta

La staffetta si basa sia sulla velocità dei componenti sia sulla loro coordinazione nel passaggio del testimone. La strategia più comune nella staffetta con quattro persone è mettere il più veloce come ultimo staffettista, il secondo più veloce come primo, il terzo più veloce come secondo e quello più lento come terzo.
Il regolamento prevede che il testimone (bacchetta cilindrica) che gli atleti della staffetta si scambiano deve essere lungo 30 cm e con un peso di 50 g.
Ciascun corridore deve passare il testimone al successivo entro una zona delimitata della pista, di solito contraddistinta da alcuni triangoli. Il secondo corridore quando aspetta il testimone si posiziona in un punto studiato in allenamento e al momento opportuno, deciso insieme all'allenatore ed agli altri compagni, inizia a correre. Dopo alcuni passi, quando cioè il compagno dovrebbe essere abbastanza vicino, allunga indietro il proprio braccio ed allarga la mano in modo che il corridore precedente possa passargli il testimone. Di solito il secondo staffettista viene avvisato dal compagno che lo precede con un grido, in modo che sappia quando poter chiudere la mano e partire. Nella media e lunga distanza i corridori hanno il tempo di girare la testa per vedere la posizione del compagno e sapere quando poter afferrare il testimone senza rischiare di farlo cadere.
Tipi di staffetta
La staffetta 4x100 viene disputata da 4 atleti per squadra. Ogni frazionista percorre 100 m prima di dare il cambio al compagno. Il cambio si effettua con il passaggio del testimone che avviene nella zona di cambio — 20 m — pena la squalifica della squadra. Chi riceve il testimone può iniziare a correre 10 m prima, nella zona di precambio. Ogni squadra deve concludere la gara nella stessa corsia occupata al momento della partenza. Il 1° frazionista percorrerà i primi 100 m in curva; il 2° i 100 m del rettilineo opposto a quello d'arrivo; il 3° la seconda curva; l'ultimo, il rettilineo finale. Nella staffetta 4x400 ogni frazionista percorre un giro di pista prima di passare il testimone al compagno. Anche in questo caso il cambio avviene in uno spazio di 20 m. Il 2° frazionista, dopo aver percorso la prima curva, può abbandonare la corsia assegnata alla sua squadra per prendere la corda, cioè la corsia più interna. Gli ultimi 2 frazionisti, in attesa del cambio, si dispongono dall'interno all'esterno della pista, secondo le posizioni acquisite in gara dalle varie squadre a 200 m dall'arrivo. A questo punto, anche se le posizioni cambieranno negli ultimi metri, l'assetto dei frazionisti in attesa non potrà più essere modificato. A differenza della 4x100, nella 4x400 i concorrenti non possono cominciare a correre al di fuori della zona di cambio.
Regolamento
Una squadra può essere squalificata per i seguenti motivi:  perdita del testimone - errore nel passaggio del testimone - alla seconda falsa partenza o alla prima se un corridore ne ha già fatta una - disturbo di un altro corridore - impedimento del passaggio del testimone di un'altra squadra - uscita dalla propria corsia o altri danneggiamenti agli avversari.