La consegna della bandiera

ll 18 dicembre 2013 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha consegnato il tricolore ad Armin Zoeggeler e ad Andrea Chiarotti, rispettivamente portabandiera olimpico e paralimpico dell'Italia per Sochi 2014, nel corso dell'udienza della squadra azzurra che partirà per la Russia al Quirinale. Il Presidente Napolitano nel suo discorso: "Voi che praticate lo sport nelle grandi occasioni olimpiche o di campionati mondiali, siete guidati da un fortissimo orgoglio nazionale. Dovete far vincere l'Italia, rendere onore e prestigio al nostro Paese. Fortissimo orgoglio nazionale e patriottismo ma non nazionalismo, non contrapposizione ad altre nazioni ma un fortissimo spirito di solidarietà",. "Non sono mai stato vicino allo sport come in questi anni da presidente. [...] Incontrare il mondo dello sport è sempre molto bello e gratificante. Vedo in voi l'immagine di un'Italia giovane, appassionata, competitiva e guidata da un forte e profondo senso della nazione e della sua unità. E' quello che ho colto in alcune speciali occasioni a cui ho potuto partecipare, i Mondiali di calcio del 2006, dove se fossi tornato con una sconfitta dell'Italia sarei partito azzoppato come presidente, e poi l'anno scorso a Londra, dove sono stato per l'inaugurazione dei Giochi Olimpici e ho potuto vedere da vicino gli atleti che si preparavano alle prove. [...] Riuscirete a prendervi qualche soddisfazione dopo le difficoltà delle precedenti Olimpiadi invernali. A Londra è andata bene, mi auguro che possiate raggiungere risultati altrettanto soddisfacenti".