pyeongchang panorama

I XXIII Giochi Olimpici invernali si sono svolti a PyeongChang, nella Corea del Sud, dal 9 al 25 febbraio 2018.

È la seconda Olimpiade ospitata dalla Corea del Sud dopo l’edizione estiva del 1988 di Seul.
 
Paesi partecipanti: 92
Discipline sportive15
Gare in programma102
Atleti partecipanti: 2925 (1709 uomini, 1216 donne)
Atleti italiani: 122 (73 uomini, 49 donne)
 
Nel programma sono state eliminate due gare, lo slalom parallelo di snowboard sia femminile sia maschile, e sono state inserite sette nuove competizioni:
doppio misto di curling
mass start di pattinaggio di velocità (m. e f.)
gara a squadre di sci alpino (m.e f.)
big air di snowboard (m.e f.)
 
La differenza di fuso orario è di +8h rispetto all’Italia.
 
 
MEDAGLIERE ITALIA OLIMPIADI PYEONG CHANG 2018
SPORT DISCIPLINA  ORO ARGENTO  BRONZO 
BIATHLON  Sprint 10 km M      Dominik Windisch 
Staffetta mista
2x6 km F +
2x7.5 km M 
   
Lisa Vittozzi, 
Dorothea Wierer,
Lukas Hofer,
Dominik Windisch 
PATTINAGGIO   
di velocità
10.000 m M
    Nicola Tumolero
Short track
500 m F
Arianna Fontana
Short track
1000 m F
    Arianna Fontana
Short track
Staffetta
3000 m F
 
Arianna Fontana,
Lucia Peretti,
Cecilia Maffei,
Martina Valcepina
 
SCI
Alpino
Discesa libera F
Sofia Goggia     
Alpino
Slalom Gigante F 
    Federica Brignone
di Fondo
Sprint classica M
  Federico Pellegrini   
Snowboard
Cross F
Michela Maioli    

14 febbraio. Vento forte ad Alpensia

Ancora una gara rinviata per lo sci alpino,  lo slalom femminile, a cui si è aggiunta anche la 15 km individuale femminile  del biathlon. Quattro le gare posticipate: discesa maschile , gigante femminile e 15km biathlon a giovedì 15, slalom femminile a venerdì 16, entrambi giorni con buone previsioni meteo. Non solo sulle piste di Alpensia domina il maltempo , visto che è stato chiuso per precauzione anche l’Olympic Park di Gangneung, sede dell’Ice Arena.

ice arena

Intanto gli Stati Uniti conquistano la centesima medaglia ai Giochi invernali con l’oro di Shaun White nell’halfpipe dello snowboard, per la terza volta campione olimpico dopo Torino e Vancouver.