badminton paralimpiadi

regole

RISULTATI TOKYO

 

Nuovo sport paralimpico dall'edizione 2020

 
 
Competizioni: 14

 

 

Storia
Il parabadminton è una variante del badminton rivolta ad atleti con disabilità fisiche. Le prime gare di badminton internazionali risalgono agli anni ’90, con il primo campionato mondiale organizzato ad Amersfoort (Olanda) nel 1998. L’esordio paralimpico avverrà proprio in occasione di Tokyo 2020.
 
Le regole del parabadminton si basano in larga parte sulle regole del badminton, con alcune modfiche che tengono conto della specificità di alcune classi. Gli atleti del parabadminton sono suddivisi in sei classi a seconda dl tipo si disabilità. Gli atleti delle classi WH1, WH2 e SL3 giocano solamente in metà campo, mentre gli atleti delle altre classi giocano a campo intero. Una partita di parabadminton si gioca al meglio di tre set, ciascuno di 21 punti. Un punto viene assegnato se il volano tocca terra nel campo avversario, se l’avversario indirizza il volano fuori dall’area di gioco valida (avversaria o propria) o nella rete, se si colpisce il corpo dell’avversario. Il vincitore dello scambio guadagna un punto e ottiene il servizio in battuta. Sul 20 pari, il giocatore che per primo fa due punti consecutivi vince il set; sul 29 pari, il giocatore che per primo arriva a 30 vince il set.

 

Categorie a Tokyo                                              CLASSIFICAZIONI

GARE MASCHILI  1 2 3 4 5 6
INDIVIDUALE 4 WH1 VW2 SL4 SU5 SL3 SH6
DOPPIO 2 WH1 WH2        
 
GARE FEMMINILI  1 2 3 4
INDIVIDUALE 4 WH1 VW2 SL4 SU5
DOPPIO 2 WH1 WH2 SL3 SU5
 
GARE MISTE  1 2
DOPPIO 2 SL3 SU5