Ciclismo

competizioni

 
ciclismo
Tutte le gare sono maschili e femminili                         
 

su strada: individuale e cronometro  

su pista: sprint, team sprint, keirin, inseguimento a squadre, omnium

mountan bike cross country
 
bmx
 
RISULTATI A CONFRONTO
 
atenepechino piccolo           atenepechino piccolo          atenepechino piccolo      londra logo nuovo
su strada                     su pista                        mb e bmx
 

storia

 Il ciclismo viene inserito ai Giochi Olimpici del 1896

Il ciclismo agonistico nasce in Francia nel 1868, anno delle prime corse di velocità disputate con bicicli Michaux, prima a Grenoble, poi nel par­co parigino di Saint-Cloud. A partire dal 1869 lo sviluppo delle competizioni ciclistiche è costante. La prima corsa di una certa lunghezza è la Tolosa-Caraman (34 km). In Italia si tiene nel 1870 la prima corsa su strada, la Firenze-Pistoia (33 km); del 1876 è la prima classica nazionale che sopravvive nel tempo, la Milano-Torino. Dopo la guerra franco-prussiana, che impone un arresto alle varie iniziative, le prime manifestazioni pionieristiche cominciano a essere organizzate in modo più regolare e il ciclismo inizia a darsi delle strutture di coordinamento: nel 1878 viene fondata la federazione inglese di ciclismo, nel 1881 quella francese, nel 1885 quella italiana, che nasce come UVI (Unione velocipedistica italia­na) per assumere nel 1964 l'attuale denominazio­ne di FCI. Nel 1892 l'Inghilterra fonda l'ICA (In­ternational Cycling Association), con l'adesione di Belgio, Canada, Germania, Danimarca, Paesi Bas­si e Germania, da cui per scissione dei rappresen­tanti di Francia, Italia, Belgio, Svizzera, Stati Uniti nascerà nel 1900 l'Unione ciclistica internazionale. L'anno zero del ciclismo su strada è il 1891.