Nuoto

regole generali

RISULTATI RIO 2016      RECORD

 
Fino a 1500 metri le gare di nuoto si disputano in piscina, mentre quelle di fondo hanno luogo in acque aperte. Si dividono in diverse specialità (o stili), su più distanze: stile libero, dorso , rana, farfalla (o delfino) e misti. In ogni prova la partenza avviene fuori dall’acqua, con un tuffo dai blocchi di partenza, ad eccezione del dorso e della stfaffetta mista, nei quali il via viene dato con i nuotatori già in acqua, in posizione alle maniglie dei blocchi.
 
maria-lenk-aquatic-center
       
 

storia

Il nuoto è stato inserito ai Giochi Olimpici di Atene del 1896

Insieme con l'atletica è una delle discipline cardine dei Giochi olimpici mo­derni. Limitato ai suoi albo­ri a prove in acque aperte, il nuoto si è via via trasferi­to in piscina. Il nuoto moderno nasce in Inghilterra, convenzionalmente nel 1837, con l'organizzazione di veri e propri eventi agonistici, patrocinati dalla National Swimming Society. Inizial­mente lo stile più adottato è la rana, ma in altri continenti è già affermato il crawl (stile libero), tanto che nel 1844 un'esibizione di pellerossa ame­ricani a Londra lascia sbalorditi gli astanti per la velocità dei nuotatori. Oltre alla rana vengono praticati anche una forma rudimentale di dorso (con il corpo in posizione supina e il movimento simultaneo di entrambe le braccia, mentre le gambe spingono a rana) e il nuoto sul fianco (l'over, con il braccio in basso disteso e la spinta effettuata con l'altro braccio e le gambe, sempre a rana), diffuso soprattutto tra le donne.