Badminton

competizioni

 
badm m 12
 
singolare   maschile e femminile
 
doppio       maschile, femminile, misto    
  
 
 
 
 
RISULTATI A CONFRONTO  
 
atenepechino nuovo       londra logo nuovo                                                   

regole

Il Badminton campo.bad2è uno sport indoor che si pratica su un campo di dimensioni limitate (13,40x6,10 metri per il doppio) diviso a metà da una rete alta 1,524 m. al centro e 1,55 m. nei punti di sostegno dei pali esterni. La racchetta pesa circa 100 g. ed è munita di corde di calibro minore rispetto a quelle per il tennis (0 7-0.8 mm.); il volano ha forma conica ed è costituito da una semisfera di sughero sulla quale sono infisse delle penne naturali avvolte strettamente da due fili di cotone, in alternativa esistono anche di plastica.
Il gioco si svolge tutto al volo ribattendo il volano al di la della rete al fine di conquistare il punto facendolo toccare a terra nell'altro campo o forzando l'avversario all'errore. Il volano raggiunge forti velocità ma non lunghe distanze: l’area di gioco è compatta e adatta per incontri con spazio limitato. Chi serve e chi riceve è posizionato diagonalmente ai lati opposti del campo, divise dalla linea centrale.Il servizio deve essere fatto dal basso verso l’alto al di sotto della vita di chi serve. Entrambi i piedi devono toccare il pavimento. Il servizio si alterna fra la metà destra e la metà sinistra del campo, partendo dalla metà destra a ogni game. I giocatori cambiano campo dopo ciascuno dei primi due game e a metà del terzo. 
Gli incontri sono al meglio dei tre game.  Se vince il palleggio chi serve, ottiene punto e serve di nuovo, dall’altra zona di servizio.Se chi serve perde il palleggio, l’avversario o gli avversari fanno punto.Il servizio quindi passa al giocatore successivo, che nel singolare è l’avversario, ma nel doppio può essere sia il compagno di chi serve sia, se entrambi i giocatori hanno già servito, uno degli avversari.Nel badminton si vince un game con 21 punti, a meno che non si raggiunga il punteggio di 20-20.In questo caso, vince il primo giocatore, o la prima squadra, che ottiene un vantaggio di due punti.Se il punteggio raggiunto è 29-29, vince il giocatore (o la squadra) che per primo arriva a 30.Il punto viene guadagnato mandando il volano al di là della rete in modo che tocchi il campo prima che un avversario possa ribattere, o mettendo in difficoltà l’avversario che commette un errore nel ribattere il volano.Viceversa si perde un punto se si manda il volano contro o sotto la rete, se lo si lancia fuori dal campo avversario, se il volano tocca un giocatore, e se il volano è colpito prima che abbia superato la rete.

storia

Origini del Gioco
Lo sport del badminton ha le sue origini nelle antiche civiltà in Europa e in Asia. Il gioco antico conosciuto come “battledore” (paletta) e “shuttlecock” (volano) probabilmente è nato più di 2000 anni fa.
Nel ‘600 “battledore and shuttlecock” (paletta e volano) era un passatempo per la classe sociale superiore in Inghilterra e in molti altri paesi europei. “Racchetta e volano” voleva dire semplicemente colpire da parte di due persone un volano avanti e indietro utilizzando una paletta per il più alto numero di volte possibile, senza consentire che il volano arrivi a toccare il suolo.
Una forma contemporanea del badminton - un gioco chiamato ' Poon ', è stato praticato in India nell’800 , dove è stata introdotta una rete ed i giocatori dovevano colpire il volano attraverso questa rete.
Ufficiali inglesi della colonia britannica in India a metà dell’800 hanno portato questa pratica/disciplina in Inghilterra ed è stato introdotto come gioco per gli ospiti del duca di Beaufort nella sua abitazione signorile “Badminton” nel Gloucestershire, attraverso la quale poi divenne popolare in tutta Inghilterra.
 
Sport Olimpico dal 1992
L'inserimento del Badminton nel programma ufficiale avviene nelle Olimpiadi di Barcellona nel 1992, dopo essere stato sport dimostrativo alle Olimpiadi di Seul nel 1988. Mentre il riconoscimento quale Federazione Sportiva Nazionale Italiana avviene nel 2000 ed è reso giuridicamente effettivo nel 2002.
In questo periodo il badminton italiano si inserisce anche a livello internazionale, in particolare contribuendo allo sviluppo del gioco nel bacino del Mediterraneo attraverso la Confederazione Mediterranea Badminton (CO.ME.BA).